Ep. 2 Gaia Rota: la sua famiglia ribelle

Un biglietto per la Palestina in mano (per diventare fotoreporter di guerra) e un test di gravidanza positivo nell’altra. Quando la vita ti mette davanti a un bivio possiamo viverla come la rinuncia di una strada oppure come una possibilità che la vita ti sta offrendo. È questa la storia di Gaia, diventata mamma per la prima volta a 23 anni. Eppure quando la sua vita sembrava aver preso quella direzione, si è trovata a dove cambiare strada nuovamente. Le etichette però, si sa, non funzionano. Da mamma single, Gaia è diventata mamma di una famiglia numerosa, perché dall’incontro con Michele sono nati tre figli. Davanti a questo microfono abbiamo parlato di scelte, di crescita, della responsabilità nel crescere un figlio maschio e di identità digitale. Quando Gaia mi ha raccontato uno di quei momenti di bivio, mi è piaciuta l’immagine che mi ha descritto: quella del tramonto che ricadeva sulla giusta direzione che avrebbe preso di lì a poco: verso Lecco la sua città d’origine, dove sarebbe ritornata, dove c’era un ancora un po’ di luce.--Grembo è un podcast originale LUZ, di Anna AcquistapaceIl montaggio è di Francesco CarellaLa musica è "La jardinera"una versione interpretata da Pablo Sepulveda Godoy

Om Podcasten

Ciao, io sono Anna Acquistapace e questo è Grembo, racconti di pancia. Ti parlerò di maternità e di tutti quegli aspetti che, a volte, o forse troppo spesso, non vengono a galla. Abbiamo una visione edulcorata della maternità: le donne devono saper conciliare saggiamente genitorialità, relazioni, lavoro. In questo podcast voglio dare voce a persone che raccontano la loro storia di maternità senza filtri e senza giudizi.Non dispenseremo consigli o buone pratiche, e questa è una promessa. L’obiettivo è aiutare, ispirare, avvicinare e far sentire meno sole le persone. Il Grembo è il luogo da cui tutti noi veniamo, il nostro porto sicuro. Ma è anche la nostra finestra sul mondo.